7. ARTROSI NEL CANE - GOLDEN RETRIVER

ARTROSI NEL GOLDEN RETRIVER

SE HAI UN GOLDEN RETRIVER SAPRAI CHE:

  • Sono cani longevi, con una solida costituzione fisica.
  • A causa di una predisposizione genetica, hanno un grande punto debole: le articolazioni.
  • Proteggere le loro articolazioni dai problemi ortopedici significa garantirne pieno benessere e buona qualità di vita.
  • Le displasie di anca e gomito sono i problemi congeniti ereditari più diffusi.

COSA FARE:

  • Fai la radiografia ufficiale a 12 mesi d’età
  • Offri una Dieta bilanciata e specifica. Se casalinga per evitare eccessi o carenze, soprattutto durante l’accrescimento (quanto dura la fase di accrescimento? Età del cane in anni umani) è necessario che sia creata ad hoc da un veterinario nutrizionista. Se industriale chiedi consiglio al tuo veterinario sul tipo di alimento più indicato per il tuo cane (produttore, umido, secco) e dosaggi.
  • Adegua la quantità di cibo durante l’anno, in base a: stagione, grado di attività, peso e stato di condizione corporea (Magro, ideale, sovrappeso)
  • Impara a valutare il suo stato di nutrizione. Osserva il tuo cane, è importante che anche tu sappia dove si localizzano i grassi di deposito. Imparando a valutare il suo stato di nutrizione, lo avrai sempre sottocontrollo. Ti accorgerai precocemente se i depositi di grasso dovessero aumentare, in modo da agire immediatamente con minime azioni correttive efficaci (*BCS o stato di condizione corporea è un semplice strumento per valutare la quantità di grasso di deposito, andando ad osservare e palpare precise zone del corpo, in base alle rilevazioni fatte viene attribuito un punteggio che identifica se l’animale è sottopeso, normopeso o sovrappeso - Magro, ideale, sovrappeso)
  • Rivaluta ogni 3 mesi il peso e lo stato di nutrizione (BCS, puoi registrarli sul libretto o sulla scheda peso/BCS Scheda peso e BCS)
  • Mantieni un buon tono muscolare con movimento sistematico.

Le articolazioni, indispensabili organi del movimento, sono minacciate fin dalla nascita, da problemi ortopedici congeniti, che ne compromettono il corretto sviluppo muscolo-scheletrico.

Tutti questi problemi ortopedici sfociano in un male comune: l’artrosi.

Cos’è l’’artrosi? (Articolazioni Wikipedia) Brevemente è una degenerazione della cartilagine e di tutti i tessuti che compongono l’articolazione (link img articolazione)

Cosa succede?

La cartilagine degenera, ossia va in contro a precoce invecchiamento, con assottigliamento dello strato che riveste l’osso e perdita della sua funzione trofica e protettiva.

L’osso sottostante, non più protetto si addensa (sclerosi osso subcondrale) e produce protuberanze ossee (osteofiti), che aumentano l’incongruenza tra le porzioni ossee

La membrana sinoviale si infiamma, causando forti dolori, tipici dell’artrosi di grado avanzato.

COME PREVENIRE:

  • Affidati ad allevatori seri, che forniscano ai cuccioli di Golden e Labrador il “pedigree da riproduzione selezionata”, unico documento che attesta che i genitori dei cuccioli siano esenti da displasie.
  • Fai una visita ortopedica del cucciolo se zoppica ripetutamente, che non ha molta voglia di muoversi o si siede spesso come se fosse stanco (spesso i cuccioli che hanno una severa displasia, vengono scambiati per pigroni perchè non hanno voglia di muoversi. Il movimento gli aumenta il dolore, quindi evitano di farlo, si siedono frequentemente, stanno spesso sdraiati.
  • Fai una radiografia preventiva delle ANCHE intorno ai 4 mesi (già a 4 mesi d’età è possibile diagnosticare nei casi più gravi o prevedere se il cucciolo avrà la displasia. Entro il 6°mese di vita con un intervento chirurgico mini-invasivo (link tipo di intervento) possiamo limitare al minimo il suo grado di displasia, evitando zoppie, dolori e artrosi in età avanzata.

COSA NON FARE:

  • Somministrare snack e cibi non specifici per il cane (merendine, biscotti, salumi, latticini, etc). Questi cibi aumentano, non solo i depositi di grasso, quindi il carico su tutte le articolazione, ma soprattutto aumentano e rinforzano l'infiammazione! Che mantiene e peggiora il circolo vizioso dell'artrosi e, talvolta, diminuisce l'efficacia dei farmaci.
  • Eccesso di attività fisica e salti molto alti nei primi 6 mesi di vita (le articolazioni, soprattutto le anche non sono ancora pronte per ricevere grandi carichi e subiscono traumi che aumentano il rischio di artrosi).
  • Eccesso di integratori (per esempio integratori a base di calcio somministrati per periodi lunghi, o in quantità eccessive soprattutto nel primo anno di vita, possono alterare la struttura della cartilagine, andando a stimolare la formazione di artrosi).